Racconto esoterico “Storia della Principessa Perduta”

Un racconto esoterico-cabalistico di Rabbi Nahman di Breslav (traduzione  di Rabbi Ishrael Becancon)

Rabbi Nachman, pronipote del Baʿal Shem Ṭov, rivitalizzò il movimento chassidico combinando i segreti esoterici dell’ebraismo (la Kabbalah) con uno studio approfondito della Torah; in vita, attrasse migliaia di seguaci e la sua influenza continua tutt’oggi…

[Rabbi Nachman]
“Lungo la strada, raccontai una storia e tutti quelli che l’udirono provarono un senso di pentimento”.

Ecco, questa è la storia …

Una volta c’era un re che aveva sei figli e una figlia. Questa ragazza era molto preziosa per lui e lui l’amava molto. Gli piaceva molto la sua compagnia. Un giorno, mentre erano insieme, il re si arrabbiò con lei. E queste parole uscirono dalla sua bocca:

“Possa il ‘non buono’ portarti via!” (il non buono-lo tov   לא טוב)

La sera (la principessa) andò nella sua stanza. Il mattino dopo, nessuno sapeva dove fosse. Il padre si addolorò terribilmente; andò a cercarla di qua e di là … Poiché aveva notato il profondo dolore del re, intervenne il viceré e chiese [al re] di dargli un servo, un cavallo e dei soldi per le sue spese. Poi andò a cercarla. L’ha cercata, ricercata e cercata ancora … per molto tempo … fino a quando non l’ha trovata.

 Ecco la storia della sua ricerca e scoperta...

Camminò a lungo (il viceré ) nei deserti, nei campi e nelle foreste. L’ha cercata molto, molto a lungo. Stava camminando nel deserto quando vide un sentiero sul lato. Pensa e dice a se stesso: “Ho viaggiato così a lungo in questo deserto senza riuscire a trovarla!” Prendiamo questo sentiero! Forse raggiungerò terre abitate?. Ha percorso una lunga strada.

racconto esoterico cabalistico

Poi il viceré scoprì un castello con molti soldati in piedi intorno. Questo castello era magnifico ed i soldati erano ben organizzati. Temeva che le guardie non lo avrebbero lasciato entrare. Pensò e disse a se stesso: “Ci proverò!”. Lasciò il cavallo e si diresse verso la fortezza. Gli fu permesso di passare. Non fu trattenuto. Passò da una stanza all’altra senza alcun ostacolo. Arrivò nella sala d’accoglienza del re, dove vide il re in trono con la sua corona, circondato da molti soldati. Così tanti musicisti suonavano i loro strumenti, era così bello, così meraviglioso … Né il re né nessun altro lo interrogarono.

Vide lì piatti succulenti e appetitosi. Andò da loro e li mangiò. Poi andò a giacere in un angolo per osservare cosa stava per succedere. Vide che il re stava ordinando alla regina di venire. Sono andati a prenderla. C’è stato un grande tumulto e una grande gioia lì! I musicisti hanno suonato e cantato più forte perché hanno portato la regina! Un trono fu istituito per lei e fu posta vicino al re. E questa regina … lei era la principessa scomparsa!

Continua la lettura di tutto il Racconto Esoterico nel Blog patrocinato dal nostro Santuario Egizio d’Italia >> Visita il sito.

« || »