Il Principio Primo della Reintegrazione.

Molti studiosi convergono sul concetto che le principali religioni ed i sistemi spirituali del mondo, dai tempi antichi ai moderni, hanno avuto origine dall’Egitto, dalle antiche scuole di misteri della civiltà della Valle del Nilo.

Sono stati gli iniziati di queste scuole, gli Adepti, che sono usciti ad insegnare ai laici gli insegnamenti esoterici o “esterni” della vita e dell’universo e sono stati venerati come Dei, Avatar, Profeti, Maestri.

Ognuno di questi individui illuminati avrebbe insegnato principi divini in modo che il loro pubblico, in quella data nazione, potesse relazionarsi e comprendere, insegnando loro ciò che essi erano pronti a ricevere nella misura del loro grado di comprensione (oggi diremmo in base alla loro ‘apertura di compasso’).

I più alti gradi di Conoscenza erano per coloro che avevano attraversato i riti di iniziazione appropriati all’interno dei misteri. Ciò avrebbe quindi creato un’atmosfera in cui la spiritualità era molto “personale” e adattabile, potendosi esprimere in innumerevoli modi.

Questo è ciò che porta ad avere un diverse divinità all’interno dei diversi sistemi Iniziatici antichi.

Nonostante le tante divinità e sistemi spirituali ed iniziatici diversi, l’insegnamento esoterico o “interno” sottostante era, è e sarà eternamente la stessa… che Dio è all’interno dell’uomo. “Uomo conosci te stesso; allora conoscerai l’Universo e Dio”.

Questo è il Principio Primo della Reintegrazione, fine ultimo della Massoneria Egiziana.

« || »