Il Pensiero all’origine della Massoneria Egiziana.

La Massoneria Egiziana è una secolare Istituzione che ospita un pensiero di origine molto antico in cui si trova l’esplorazione della divinità e dell’esistenza umana in tutte le sue manifestazioni, senza tralasciare la ricerca storica e sociale, il che la porta a contemplare le civiltà più remote in contesto, come l’Antico Egitto e il futuro dell’umanità in tempi successivi.

Ne deriva l’incontro con principi spirituali, filantropici, morali, etici e filosofici che riuniscono una conoscenza e sistemi di pensiero che hanno viaggiato per millenni e che regolano il massone ad una vita il cui asse comportamentale sono la spiritualità, l’etica e la morale enunciate nelle proprie regole e nelle norme giuridiche delle società iniziatiche in cui è iscritta.

Il Pensiero all'origine della Massoneria Egiziana.

La Massoneria Egiziana è un Ordine Iniziatico, intendendo con questo che il Fratello o la Sorella che vi accede con Cuore Puro, assumendo in sé tutta la ritualità con serietà e sincerità, sarà abilitata a prendere dalla sua essenza i segreti dell’evoluzione progressiva nella misura in cui approvi per sé un comportamento profondamente morale.

La Massoneria Egiziana è iniziatica perché svela la vera identità della natura ed entra nei Misteri della Vita, accennati, velati tra le lettere sbiadite e codificate nei Grandi Libri Sacri di tutti i tempi, nel contenuto dei suoi rituali e simbologia; così come ha in sé tutte le Conoscenze e la Saggezza ancestrale non scritta e sorge e sgorga da e per il cuore dei suoi adepti.

Il Massone Egizio si allontana gradualmente dalle basse passioni e dai labirinti della materialità e concentra il suo mondo sulla contemplazione dell’universo come manifestazione dell’immanente o riflesso del suo creatore, che la Massoneria Egizia chiama Sublime Artefice dei Mondi. In questa misura, il Massone si integra come essere naturale alla vita e così ne favorisce il trascorrere senza opporsi.

Il Pensiero all'origine della Massoneria Egiziana.

La Massoneria Egiziana è necessariamente velata da simboli, allegorie e rituali all’interno dei quali il cercatore trova fonti inesauribili di Conoscenza che potrà utilizzare nel bene del suo progresso e di quello dell’umanità. La Massoneria egiziana è costruita da Maestri che hanno trovato in essa il discorso dei secoli e le cause prime dell’esistenza, quindi è cultrice dell’essenziale con piena consapevolezza che la fa parte della messa in scena dell’ambiente sociale.

Per un Massone di Rito Egizio l’istituzione massonica è sospesa in un non-luogo e in un eterno istante presente che trascende i confini di spazi e tempi e si inserisce nello spirito umano perché praticamente equivale a lui e alla sua più profonda essenza. L’adepto iniziato alla Massoneria di Rito Egizio conosce e penetra nel pensiero antico più ignoto e indescrivibile dalla coltivazione e dall’apertura dei suoi centri vitali; riceve il dono dell’equilibrio e per mezzo di esso arriva a comprendere la propria natura e, grazie alle pratiche teurgiche degli Arcana Arcanorum, diventare un abitante consapevole dell’Universo e del mondo Spirituale.

Cop-Arcana-Arcanorum_Santuario-Egizio

La Marcia nel Tempio del Maestro Massone del Santuario Egizio d’Italia del Rito Antico e Primitivo di Memphis-Misraïm Arcana Arcanorum Scala di Napoli (1777) ha il ritmo proprio degli Astri, della pienezza e dell’infinità dell’Universo perché si fa e diviene Uno con l’Esistenza nel reintegrarsi alla causa primigenia immanifesta e da lì tutto è lui e lui è tutto.

« || »